Venezuela, per Chiesa uccisione Perez 'orribile massacro'

La Chiesa del Venezuela ha definito un "orribile massacro" l'operazione nel corso della quale l'ex poliziotto ribelle Oscar Perez è stato ucciso e ha chiesto l'apertura di un'inchiesta. La Conferenza episcopale venezuelana (Cev), non nuova ad attacchi al governo chavista di Nicolas Maduro, "denuncia l'orribile massacro evidenziato dalle esecuzioni extra-giudiziarie di civili nel corso di un intervento effettuato lunedì dall'esercito (...) che stava ricercando Perez".
Secondo la Cev, "esistono prove che devono essere oggetto di un'inchiesta, perché le famiglie e la comunità venezuelana ottengano spiegazioni". Denunciando "esecuzioni extra-giudiziarie", familiari dell'ex poliziotto ribelle e altre sei persone - uccisi tutti lunedì in un'operazione armata - avevano reclamato di vedere ieri i loro corpi, ieri, di fronte alla camera mortuaria di Caracas sorvegliata da decine di militari. Alla fine, la zia del pilota ucciso, Aura Perez (nella foto), ha potuto varcare l'ingresso dell'obitorio per riconoscere il cadaver del nipote.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=