Settanta anni di regno di Bhumibol, la Thailandia in festa

Centinaia di monaci buddisti hanno celebrato oggi a Bangkok i 70 anni di regno del rispettato re della Thailandia, Bhumibol Adulyadej, che è ricoverato e da mesi non appare pubblico, in un momento delicato dell'instabile vita politica del paese del Sudest asiatico. In Thailandia è al potere da due anni una giunta militare che fa proprio riferimento al re come suo elemento di legittimazione. I militari hanno realizzato un colpo di stato nel 2014 dicendo di voler difendere la monarchia, usando così il nome del monarca come elemento unificante in un Paese profondamente diviso.
Bhumibol è asceso al trono il 9 giugno 1946, dopo la morte misteriosa del fratello, il re Ananda Mahidol, che fu trovato nella sua stanza con un colpo di pistola alla testa. Oggi Bhumibol è il vecchio monarca ancora nel pieno delle sue funzioni. Il re in Thailandia è presentato come un semidio e come padre della nazione. E' tutelato da una delle più severe leggi di lesa maestà al mondoOggi centinaia di suoi sostenitori, con fotografie alla mano, si sono riuniti fuori dal palazzo reale. A una cerimonia pubblica buddista ha presenziato anche il capo della giunta militare, il generale Prayut Chan-o-Cha (nella foto, a colloquio un anno fa col re in un insolito - almeno per noi occidentali - atteggiamento di riverenza e ossequio).
Ieri il Palazzo ha riferito che il re è stato operato per problemi cardiaci, ma ha ancora problemi.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=