Venti anni fa la scomparsa di Dean Martin, dalle origini abruzzesi a Hollywood

  • Stampa

Dean-Martin-Frank-Sinatra.jpgE' stato celebrato nei giorni scorsi, esattamente a Natale, il 20esimo anniversario della scomparsa di Dean Martin, il "crooner" per eccellenza di Hollywood, venerato da Elvis Presley e definito da Playboy "l'uomo più cool mai esistito". Il cantante e attore, la cui famiglia era di origini abruzzesi, è scomparso il 25 dicembre del 1995. Dopo anni di malattia, Martin è morto per un enfisema nella sua villa di Beverly Hills. Alla domanda: "Quale epitaffio vorresti sulla tua tomba?" rispose "Everybody loves somebody sometime", il titolo di una sua canzone. Una frase che compare sulla sua tomba nel cimitero di Westwood, in California.

Una voce di velluto

Dino Crocetti - il suo vero nome - nacque Ohio da genitori italiani. Nel1946, dopo aver cambiato nome nel più anglofono "Dean Martin" iniziò la sua carriera ufficiale. Dopo essersi fatto conoscere per la sua "voce di velluto" cantando al casinò Rex, il futuro "King of Cool" si esibi per la prima volta con Jerry Lewis (i due nella foto a destra, con le mogli) il 25 luglio 1946 ad Atlantic City, al Club 500. Il duo comico conquistò subito il pubblico americano. Insieme realizzarono 16 film per il grande e per il piccolo schermo. Nel frattempo Dean raggiunse il successo anche come cantante. Nel 1954 uscì "That's amore", la canzone più amata dai fan, scritta per lui da Harry Warren. Dopo la rottura con Lewis, la fama di Martin non si arrestò. Risalgono a questo periodo pellicole come "I giovani leoni" con Marlon Brando (1958) e "Un dollaro d'onore" con John Wayne (1959). Negli anni 60 entrò nel gruppo di Frank Sinatra, il "Rat Pack". Tra gli anni 70 e 80 iniziò il suo declino per problemi di salute. Si ritirerà definitivamente dalle scene nell'88, dopo la scomparsa del figlio, Dean Paul, pilota militare, che morì in un incidente aereo mentre era ai comandi di un caccia F-4 Phantom. Il grave lutto fu un duro colpo per la sua già debole salute.

Dean-martin-jerry-lewsi-mogli

Le origine abruzzesi

 In Abruzzo, a Montesilvano (Pescara), è stato sempre chiamato "zi Dean", figlio del barbiere Gaetano Crocetti, partito all'inizio del secolo per l'America, dove si stabilì a Steubenville. Ma nella sua città d'origine, il celebre cantante non tornò mai. Montesilvano lo ricorda ogni anno con un premio, organizzato da una Fondazione che porta il suo nome, rivolto a personalità del mondo della cultura, dello spettacolo, dell’imprenditoria e della medicina, testimoni di esperienze di emigrazione.  La Fondazione "Dean Martin" ha organizzato per l'occasione un concerto, che ha avuto molto successo.

Il 13 dicembre scorso è stato celebrato un altro anniversario importante: il centenario della nascita di Frank Sinatra (al centro della foto d'apertura, con Martin a destra), il re dello swing.

e-max.it: your social media marketing partner