La coppa del mondo di pasticceria, un trofeo tutto "made in Italy"

coppa E' stata realizzata dai maestri artigiani che da anni firmano la coppa dei mondiali di calcio. È il "World trophy of pastry ice cream chocolate", 13 chili per 90 centimetri di trofeo in palio al campionato mondiale di pasticceria, gelateria e cioccolateria. L'appuntamento dove scenderanno in campo le squadre di 16 paesi provenienti da quattro continenti si svolgerà il 24 e il 25 ottobre a Host Milano. La coppa riproduce nei minimi dettagli una frusta da pasticceria che racchiude il pianeta terra, per simboleggiare l'importanza della manifestazione a livello mondiale e il potere dell'arte pasticciera di riunire popoli e culture. La base è in plexiglas, mentre la frusta, il mondo, l'asse e la targa sono interamente realizzati in ottone dorato e argentato. Frutto di un lavoro artigianale e totalmente "made in Italy", la coppa del mondo della Federazione Italiana di Pasticceria Gelateria e Cioccolateria (Fipgc) è stata progettata dalla designer Noemi Guetta e realizzata dalla Gde Bertoni, azienda produttrice di trofei, targhe e medaglie. Così, dalla stessa esperienza dei maestri artigiani che hanno realizzato la coppa del mondo Fifa e le varie coppe Uefa come la Champions League, nasce la coppa del mondo di pasticceria.

"Tutte le nazionali che si contendono la vittoria dovranno affrontare ardui esami che metteranno a dura prova le competenze, la tecnica e l'emotività dei pasticceri - ha detto il presidente della Federazione internazionale di pasticceria, Roberto Lestani - Conquistare il 'World trophy of pastry' è molto più che vincere". A rappresentare l'Italia in questo percorso tanto difficile saranno i giovani Paul Occhipinti, Diego Mascia e Antonino Bondì, capitanati da due campioni del mondo: Cristian Beduschi e Rossano Vinciarelli.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=