"Abruzzo in Lombardia": tanti artisti per Federico. Expo, Casa Abruzzo a Brera

Obiettivo non raggiunto ma quasi. L’evento “Abruzzo in Lombardia”  al Teatro degli Arcimboldi di Milano, oltre che intrattenere duemila persone e valorizzare come ogni anno le eccellenze abruzzesi nella più importante regione italiana, nell’edizione di sabato scorso si era posto l'obiettivo di dare il contributo conclusivo ai 100mila euro necessari a Federico Cetrullo, che ora sta a quota 85mila.

Durante la serata è stati raccolta una cifra provvisoria fra contanti e primi bonifici ma, come promesso dal consigliere regionale lombardo Fabio Altitonante dell’Associazione Raffaele Mattioli” che ha organizzato l’evento, la differenza sarà versata nei prossimi giorni da altri benefattori coinvolti nell’iniziativa milanese. In questo modo il giovane Federico potrà finalmente sottoporsi al delicato intervento chirurgico con terapia sperimentale staminale alla clinica Balgrist di Zurigo (Svizzera), dov’è già ricoverato da circa un mese, dopo l’odissea italiana fra Pescara, Imola e Niguarda di Milano, durata nove mesi. Presentati da Simona Rigoni delle tv Sette Gold e coordinati artisticamente da Vincenzo Olivieri, che s'è esibito come cabarettista, sul palco degli Arcimboldi si sono alternati giovani artisti abruzzesi e big della canzone come Tony Dallara e Cecilia Gayle, che ha cantato il suo nuovo disco “La Pipera”. Discorso a pare per il senatore Antonio Razzi che oltre a cantare il suo primo disco “Famme cantà”  (nel video a destra, anche Repubblica tv ha seguito l'evento agli Arcimboldi) lo ha pure fatto stampare anche come dvd e messo a disposizione in sala per la raccolta benefica, dando un cospicuo contributo al gruzzoletto. Al termine dell'evento, la fila per comprare il cd-dvd e ottenere l'autografo di Razzi sulla copertina ha fatto capire anche al pubblico abruzzese in Lombardia quanto sia gettonato il senatore dei "cazzi tuoi" reso famoso dalla parodia Maurizio Crozza. Il presidente della “Mattioli”  Angelo Dell’Appennino, consigliere Cram della Regione Abruzzo (ente che a Milano non ha inviato nessuno dei vertici) ha premiato col trofeo “Abruzzese sotto la Madonnina” il questore di Milano Luigi Savina, originario di Chieti. Fra gli ospiti anche l’assessore regionale alla Sanità lombarda Mario Mantovani e l’eurodeputata forzista (come tutti i politici presenti) Lara Comi.

Per la riabilitazione post-operatoria (che costa più dell’intervento) di Federico non ci saranno problemi: è stata già autorizzata dalla Asl di Pescara e, quindi, sarà liquidata direttamente dalla Regione Abruzzo ai costosi svizzeri. Certo, rimane da capire perché certi interventi e certe sperimentazioni non si facciano anche in Italia: i fondi del Sistema sanitario nazionale sarebbero spesi nel nostro Paese e non all'estero. Molti applausi per Erica Abelardo, la giovane artista che con i suoi disegni con la sabbia ha accompagnato le note musicali di vari artisti. La scaletta è stata completata dai cantanti Antonello Angiolillo, Valentino Aquilano (sosia e cover di Lucio Dalla), il pianista Marco Colacioppo, il rocker comico Rocco ‘n Rollo, il cantante-poeta Alfredo Scogna, la Momabbend e le splendide ragazze Sfogliatelle che hanno ballato a più riprese, anche con esibizioni di lap-dance di altissimi livello coreografico. Maccio Capatonda che doveva intervenire ha inviato un divertente video di saluti mentre in diretta Skype Federico ha salutato e ringraziato tutti dal suo letto in Svizzera. Presente alla serata anche il papà Germano.
Il week end a Milano ci ha permesso di fare visita sia all’Expo sia allo show-room “Casa Abruzzo” in via Fiori Chiari, nel movimentato quartiere di Brera, voluto dalla Regione Abruzzo per essere presente all’Expo fino a fine ottobre in maniera alternativa alla concentrazione di stand e padiglioni dell’Esposizione universale quest’anno ospitata dall’Italia. “Casa Abruzzo” è un piccolo spazio dato gratuitamente alle imprese enogastronomiche e turistiche abruzzesi per promuovere (senza poter vendere, però, chissà perché) i propri prodotti e servizi. Le imprese si alterneranno durante i sei mesi Expo: domenica scorsa abbiamo incontrato due eccellenze: l’azienda agricola Fratelli Fuschi di Silvi Marina (Teramo), che produce vino e olio biologici, rappresentata dai coniugi Giovanni e Natascia (somelier), e Claudio Lattanzio di Pescara, pescatore di vongole giunto a Milano con mamma Iolanda per una degustazione di promozione della “PescaTurismo” che da alcuni anni propone a bordo della sua barca “Nonno Remo”. Di notte si esce da generazioni in mare a pesca di vongole e di giorno nel week end si ospitano a bordo gruppi di massimo 10 persone per giornate turistiche al largo, nei punti più belli della costa abruzzese, dove poter fare il bagno tuffandosi dalla barca, ammirare la costa dal mare, pescare con le canne e soprattutto mangiare la buona cucina marinara di Lattanzio e il suo staff. Vongole e pesce fresco naturalmente accompagnati con l’ottimo vino bianco abruzzese, dal Trebbiano al Pecorino, o magari un Cerasuolo che pure si abbina perfettamente col pesce.

Nella foto d'apertura, abruzzesi alla cena di gala dell'evento: da sinistra Giovanna Di Flaviano (video-maker di "Striscia la notizia"), Ernesto Tironi (Tern Consulting-Mediaset Italia), Olivieri, Razzi, Altitonante e Dell'Appennino. Nella foto qui sopra, i coniugi Fuschi e la famiglia Lattanzio insieme a "Casa Abruzzo". Nel video sotto, un servizio tv sull'attività di pesca e pesca-turismo in Adriatico di Lattanzio.


e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=