Fidas Pescara, 200 a concorso 'Giovani e dono sangue. Liceo Da Vinci virtuoso

Sono stati gli studenti i protagonisti della premiazione del Concorso scolastico Fidas 2019 che s'è tenuta sabato scorso all'Ospedale civile di Pescara. Tanti studenti, accompagnati dai loro professori, si sono mischiati a volontari e donatori di sangue rendendo indimenticabile l’ottava edizione del premio rivolto ai ragazzi delle scuole medie superiori. Il concorso, nato per diffondere tra i più giovani la cultura della donazione del sangue quale alta espressione di solidarietà, quest’anno ha visto la partecipazione di diciannove scuole. “Prendete il coraggio e affrontate l’ostacolo, non siate indifferenti”, hanno detto ai loro coetanei Beatrice e Stefano, due ragazzi non ancora maggiorenni che appartengono al gruppo degli “aspiranti donatori”. All’evento, a cui erano presenti più di 200 persone tra studenti, docenti e volontari, hanno preso parte il manager della Asl Armando Mancini e la presidente Fidas Anna Di Carlo (nella foto sotto a sinistra), il direttore del dipartimento di Medicina trasfusionale e del Polo emato-oncologico Patrizia Accorsi e il responsabile del Coordinamento regionale sangue Pasquale Colamartino.

Ad aggiudicarsi il riconoscimento per il maggior numero di studenti donatori di sangue, sono state tre scuole: Liceo scientifico "Leonardo da Vinci", l'Ipssar "Filippo De Cecco" e il Liceo linguistico "Guglielmo Marconi". A queste scuole sono andati assegni per l’acquisto di materiale didattico del valore rispettivamente di 600, 500 e 400 euro. Premi anche ai singoli studenti per i lavori presentati. Sono tre le categorie in cui si sono cimentati per la divulgazione del dono del sangue: testi, disegni ed elaborati artistici anche multimediali. Tutti lavori molto belli valutati da una commissione di esperti.

Ecco i nomi dei vincitori della categoria "Testo" che si aggiudicano rispettivamente una borsa di studio, un buono per l’acquisto di elettronica e un buono alla libreria Feltrinelli: al primo posto un pari merito, Chiara Paolini del Marconi e Antonella De Angelis del Galilei; al secondo posto, Yuri Naciarella del De Cecco e al terzo, Anna Maria Sarchiapone del Da Vinci. Nella categoria "Disegno" vincono rispettivamente una bicicletta, un buono spesa per l’elettronica e un buono alla Feltrinelli: primo premio a Martina Bazzani del Liceo artistico, musicale e coreutico "Misticoni-Bellisario", seguita da Bianca Miani del Liceo classico "Gabriele D’Annunzio" al secondo posto e da Giovanna Nasuti dell’Itc di Ortona (Chieti) al terzo. Nella categoria "Elaborato artistico" vincono primo, secondo e terzo premio e s'aggiudicano rispettivamente una borsa di studio, un buono per l’elettronica e un buono alla Feltrinelli: Chiara Chiavarini dell’Istituto "Silvio Spaventa"; Giorgia Iannone e Valentina De Ritis sempre dello Spaventa; e Adelaide D’Andrea dell’Istituto nautico di Ortona.

“Questo premio, divenuto sempre più ampio e importante, è un riconoscimento alla volontà e al talento che tributiamo con riconoscenza a questi giovani dal cuore grande - ha detto la Di Carlo - lavorare con loro è fondamentale e Fidas lo fa da anni con dedizione, chiedendo a studenti e insegnanti d'impegnarsi per divulgare la donazione di sangue. I ragazzi si rendono così protagonisti di un gesto civile e altruistico, capace di salvare ogni giorno vite umane”.

Mancini ha aggiunto che “a causa della nostra posizione geografica, la Asl di Pescara ha lo stesso numero di interventi di quelle dell’Aquila, di Teramo e di Chieti messe insieme. Ed è grazie a voi donatori se riusciamo ad avere il sangue per fare fronte a tutto questo. Siamo l’unica Ematologia, abbiamo il Centro traumatologico regionale, eppure nonostante questo altissimo fabbisogno di sangue riusciamo a essere più che autosufficienti. Ecco, lo dobbiamo a voi”, ha concluso rivolgendosi ai donatori Fidas.

La Accorsi ha rivelato che “gli aspiranti donatori negli anni stanno crescendo, segnando un più 10% nella fascia di età tra i 18 e i 25 anni. Aumenta anche il numero di donatori periodici appartenenti alla fascia giovane e sono soprattutto donne. Dietro ai numeri c’è una grande generosità che garantisce a tutti quelli che arrivano nell’ospedale di Pescara il giusto supporto trasfusionale”.

Infine Colamartino che ha elogiato “La Fidas di Pescara" perché "è una realtà straordinaria, è uno dei grandi motori dell’autosufficienza in Abruzzo, e l’alleanza con le scuole è uno dei motori strategici della donazione di sangue”.

“Questi ragazzi hanno solo 18 anni e un grande senso di responsabilità - ha concluso Carlo Cappello, preside del Galilei - essere responsabili per la salute di un’altra persona è fondamentale”.

La cerimonia di premiazione, presentata da Antonello Brattelli (primo a detsra nella foto qui a fianco) ha visto anche la presenza di alcune adorabili piccole ballerine: Antonia Ciaccio, Camilla Polidoro, Flavia Di Giovanni, Martina Petaccia, Noemi Pia Colasante e Irene Iaccarino. Presenti anche alcuni rappresentanti del direttivo Fidas e lo staff Fidas attivo nelle scuole, tra cui Renata Di Iorio, Alberta e Angela Scorrano, Francesca Massa, Melania Ciafarone e Daniela Orsini. Ad allietare il pomeriggio, il cantante-donatore Loris Ruscitti e il giovanissimo cantautore Marcos Marcelli che ha intonato l’inno Fidas.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=