Teatro sociale, senza dimora, anziani e giovani protagonisti di 'Alberi' a Chieti

Senza dimora, studenti e anziani saranno i protagonisti di "Alberi"lo spettacolo che andrà in scena domani, 9 maggio, alle ore 11, al Teatro Marrucino di Chieti, con la regia di Simone Saccucci. La rappresentazione teatrale rientra nel progetto “Coltiviamoci - Insieme si può” ideato e realizzato dalla onlus “Domenico Allegrino" di Pescara (capofila), in partnership con la onlus “Meridiani paralleli” di Chieti, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e dalla Regione Abruzzo. Il progetto, che coinvolge più generazioni e fasce della popolazione, è stato promosso per favorire l’inclusione sociale di persone appartenenti a categorie fragili della comunità e diffondere, tra i giovani, la cultura del volontariato.

“Nella rappresentazione teatrale vengono ripercorse le vite di sette senza dimora, che si sono raccontati agli studenti della classe 4 B del Liceo classico ‘Gianbattista Vico’ di Chieti durante i laboratori tenuti alla Capanna di Betlemme - spiega Antonella Allegrino (nella foto d'apertura, è la seconda da sinistra in un recente incontro del progetto), presidente dell'associazione intitolata al padre Domenico Allegrino, ex sindaco di Pescara -

I giovani hanno ascoltato storie segnate dalla strada, da traumi, da dipendenze e abbandoni, ma anche dalla speranza e dalla rinascita. Da questo confronto, dalle emozioni che ne sono scaturite, è nato un testo incentrato sui temi dell’emarginazione, della povertà, dell’accoglienza e dei diritti umani. Agli incontri, hanno partecipato anche diversi anziani, che coltivano gli orti sociali della nostra associazione, a Pescara. Con il loro contribuito, sono stati progettati gli elementi che comporranno la scenografia e che saranno costituiti anche da prodotti della terra e da parti di alberi. Lo spettacolo è il risultato finale di un percorso pensato per sensibilizzare i giovani al valore del volontariato e farli entrare in contatto con un mondo autentico e sofferente. Invito la cittadinanza a intervenire perché esperienze come questa ci aiutano a crescere e a diventare persone migliori”. L’ingresso allo spettacolo è libero.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=