Adozioni, dato inatteso e problematico: 1900 minori in affido e in comunità

Un dato inatteso e problematico quello evidenziato dall'ultima indagine del Centro nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza sui minori “fuori famiglia”, presentata in occasione della Conferenza nazionale dell’infanzia e dell’adolescenza, che si apre oggi a Bari.

I dati al 31 dicembre 2010 rilevano che 1900 bambini e ragazzi accolti hanno un decreto di adottabilità. “Un numero – sottolinea il curatore dell’indagine Valerio Belotti - non certo trascurabile anche in relazione ai numeri che caratterizzano annualmente i flussi nazionali e internazionali delle adozioni in Italia”. Sono soprattutto le regioni del Centro-sud a registrare la maggiore presenza di bambini in affidamento o in comunità che attendono un’adozione. Si tratta in parte di bambini che hanno alle spalle un'adozione fallita (825 minorenni stimati) e quasi l’1% (235 casi stimati) proviene da una famiglia adottiva e ha un nuovo decreto di adottabilità. Poco più della metà sono maschi, gli stranieri sono pari a un quinto del totale. Tra zero e due anni sono 589 i bambini adottabili accolti e 345 hanno dai tre ai cinque anni. Inoltre, il 17% dei decreti di adottabilità riguarda bambini disabili, che in questo gruppo hanno quindi un’incidenza superiore rispetto al totale della popolazione (12%). Quasi il 60 % di questi bambini è accolto in una struttura residenziale e il restante 41% è in affidamento familiare.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=