Venezuela, Unicef inizia campagna vaccinazione contro poliomielite

È iniziata in Venezuela una campagna di vaccinazione di massa contro la poliomielite per più di 3,1 milioni di bambini sotto i cinque anni, coordinata dal Ministero della Salute, con il sostegno dell'Unicef e della Pan american health organization (Paho), "organizzazione panamericana per la salute". Più di settemila punti di vaccinazione saranno allestiti in tutto il Paese sudamericano in preda a una crisi umanitaria e politica per raggiungere tutti i bambini al di sotto dei cinque anni. Prima della campagna, l'Unicef ha predisposto e consegnato più di 3,8 milioni di dosi di vaccino orale antipolio (Opv) e 124479 dosi di vaccino antipolio inattivato (Ipv). L'Unicef ha inoltre contribuito alla realizzazione di spot radio e televisivi per diffondere messaggi salvavita sulle vaccinazioni. 

"È essenziale che ogni bambino in Venezuela sia immunizzato contro la polio, perché non c'è una cura per questa devastante malattia", ha detto il rappresentante provvisorio dell'Unicef Venezuela, il sudafricano Hervé De Lys (nella foto a destra) - La campagna di vaccinazione che è fondamentale per mantenere il Venezuela libero dalla polio domani".

L'argentina Maria Cristina Perceval, direttore regionale dell'Unicef per l'America latina e i Caraibi aggiunge: "Proteggere i bambini da questa malattia prevenibile è un imperativo morale. Il benessere dei bambini venezuelani è al di sopra della politica. Facciamo appello a tutte le parti, genitori, assistenti e insegnanti per garantire che tutti i bambini vengano vaccinati".

Nel 1994, le Americhe sono state certificate come regione senza casi di paralisi flaccida acuta causata dalla polio, ma il poliovirus selvaggio rimane una potenziale minaccia se la vaccinazione viene trascurata o interrotta. Oltre ai vaccini contro la polio procurati per la campagna, l'Unicef ha fornito quasi 6,7 milioni di dosi di vaccino contro la difterite e 176mila dosi di morbillo, parotite e rosolia (Mmr), in collaborazione con partner in tutto il Venezuela nel 2019. Secondo le stime dell'Onu, circa 3,2 milioni di bambini hanno bisogno di assistenza all'interno del Paese. L'Unicef ha bisogno di 32 milioni di dollari per fornire ai bambini l'accesso alla salute e alle vaccinazioni, all'acqua, all'istruzione, alla nutrizione e ai servizi di protezione. Finora ha ricevuto solo 17,8 milioni di dollari. Il fabbisogno di finanziamento è destinato ad aumentare significativamente nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, poiché l'Unicef continua ad aumentare la sua risposta ai bisogni umanitari in collaborazione col Governo e i partner della società civile.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=