Ritocchi gratis per tutti: apre il primo ambulatorio di chirurgia plastica

Quando si parla di chirurgia plastica, è probabile che venga in mente un business milionario a base di iniezioni di botulino, labbra espanse e cuscinetti di silicone inseriti sotto i seni. Non la pensano così, però, i medici di Cute project che dal prossimo mese darà vita a Torino al primo ambulatorio gratuito del genere. Cute project è un’equipe di volontariato specializzata in chirurgia plastica ricostruttiva e il progetto, che prende il nome di “La plastica è per tutti”, partirà il prossimo 8 maggio e avrà la sua base all’Arsenale della pace del Sermig, nel poliambulatorio "Giovanni Paolo II", che dal 1988 fornisce prestazioni gratuite alle fasce più deboli della popolazione. All’interno del nuovo studio, opererà un team composto da chirurghi plastici, anestesisti, infermieri e personale non sanitario che, oltre alle proprie competenze, metterà a disposizione il personale e il materiale sanitario necessario per lo svolgimento delle attività. “Di certo - spiega il responsabile Daniele Bollero (nella foto, col team dell'ultima missione in Congo) - non ci occuperemo di rifare seni o labbra; questo progetto si rivolge a quanti, di fronte a problemi estetici o funzionali causati, per esempio, da ustioni o incidenti, non hanno il denaro per pagare un intervento di plastica ricostruttiva. Il sistema sarà lo stesso con cui da anni opera il Sermig: a noi potranno rivolgersi non soltanto i cittadini indigenti, ma anche i migranti appena arrivati in Italia, e dunque senza una solida rete di riferimento”. In Italia, un progetto del genere è una novità assoluta: “Nessuno - precisa Bollero - ha mai impiantato, finora, un progetto di questo genere. La nostra stessa attività nasce da alcune missioni mediche che abbiamo svolto negli anni in paesi in via di sviluppo come il Congo. Ad un certo punto, ci siamo semplicemente chiesti cosa ne sarebbe di uno di quei pazienti se dovesse arrivare in Italia e avesse ancora bisogno di concludere gli interventi iniziati”. Pur essendo in realtà attivo da diverso tempo, l’ambulatorio “La plastica è per tutti” prenderà ufficialmente il via a partire dal prossimo 8 maggio. Inizialmente le visite verranno effettuate due volte al mese, ma Bollero assicura che “all’occorrenza, la frequenza verrà senz’altro intensificata”.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=