Doctor Safim, il software dedicato per farmacie in società multietniche

In previsione di Expo 2015, che per sei mesi renderà Milano e la Lombardia un vero crocevia internazionale, l'Ordine dei Farmacisti di Milano, Lodi, Monza e Brianza metterà a disposizione dei 300 farmacisti che hanno partecipato al percorso formativo sull'aderenza terapeutica, un software capace di stampare in 18 lingue differenti, indicazioni personalizzate sul farmaco prescritto o consigliato al paziente. In ambiente extraospedaliero, molti errori terapeutici derivano dalla mancata comprensione delle modalità di assunzione del medicinale, della via di somministrazione, della posologia, dallo scambio del destinatario. Per ovviare a questo pericoloso inconveniente, si è pensato a un sistema innovato in cui il farmacista abbia anche a disposizione filmati che accompagnano le informazioni sul prodotto i prodotti più complessi, come i dispositivi per inalazione. Diana Bracco, presidente di Expo 2015 e commissario generale di Sezione per il Padiglione Italia, ha affermato che "nel 2015 Milano diventerà un crocevia internazionale ed è bellissimo che le farmacie milanesi e lombarde si stiano già preparando ad accogliere al meglio i milioni di visitatori che arriveranno da ogni parte del globo". Alla presentazione del software è intervenuto Mario Mantovani, vicepresidente della Regione Lombardia e Assessore alla Sanità, che ha affermato: "La farmacia è un punto di accoglienza. Per i cittadini è un presidio sanitario territoriale di riferimento. Sono certo che lo sarà anche per i milioni di visitatori italiani e stranieri che arriveranno in occasione di Expo 2015". Il software è un sistema web-based messo a punto dalla professoressa Tiziana Modena del Dipartimento di Scienze del farmaco dell'Università degli Studi di Pavia, e dalla Y-tech di Milano. Battezzato "Doctor Safim", che sta per safety improvement, cioè miglioramento della sicurezza, il sistema consente al farmacista di scegliere dal database completo dei farmaci in commercio in Italia il medicinale prescritto al paziente, di riportare automaticamente le indicazioni del medico che ha prescritto e altre segnalazioni importanti per l'uso in sicurezza del medicinale. Composto così il documento personalizzato, il farmacista seleziona la lingua del paziente, lo stampa e glielo consegna. Andrea Mandelli, presidente della Federazione Ordini dei Farmacisti Italiani, nonché presidente dell’Ordine interprovinciale dei farmacisti di Milano, Lodi, Monza e Brianza, ha specificato che l'obiettivo è "che questo tipo di servizio reso al cittadino diventi una prassi usuale almeno quando si approccia un nuovo paziente o si dispensa un nuovo farmaco. A questa prima fase di sperimentazione del sistema, riservata ai partecipanti al corso lombardo, intendiamo allargare l'uso del software a tutte le farmacie delle Provincie di Milano, Lodi e Monza Brianza, così da presentarci all'appuntamento di Expo 2015. Mi sembra che sia evidente come la professione si stia preparando al meglio per prendere parte in modo significativo al processo di cura e, a fronte di questi risultati, chiediamo che le Regioni diano finalmente il via libera al nuovo modello di servizio farmaceutico che garantisce qualità delle cure e risparmi sul piano economico".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=