Essere madri? Conviene in Scandinavia. Italia 17ma. Cuba top III mondo

 

Save the Children pubblica anche quest'anno la graduatoria dei paesi dove conviene o non conviene essere madri e poter garantire o meno una vita migliore ai propri figli. L'organizzazione mondiale che difende i diritti dei bambini è presente in 120 Paesi (Italia compresa) con uno staff di 14mila persone. Per l'indagine la onlus multinazionale prende in considerazione dalle probabilità che una madre e i suoi bambini sopravvivano nel Terzo mondo fino agli indici d'istruzione, reddito e rappresentazione politica delle donne nei Paesi occidentali. Ancora una volta si parte dai vertici dei Paesi ideali che anche in questo caso sono quelli scandinavi fino agli ultimi posti dei paesi africani più poveri. In testa Finlandia, seguita dalla Svezia, Norvegia, Islanda, Olanda e Danimarca. L'Italia è al 17mo posto, dietro la Spagna che segue i Paesi di vertice nordeuropei e precede Belgio, Germania, Australia, Austria, Svizzera e persino Portogallo, Slovenia e Singapore. Meglio di una sola posizione rispetto all'Italia è la Francia (18ma) ma il nostro Paese è davanti alla Nuova Zelanda, Grecia, Irlanda, Estonia, Canada, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Israele, Bielorussia, Lituania, Polonia, Lussemburgo e, quindi gli Stati Uniti che si piazzano solo al 30mo posto, davanti al Giappone, alla Corea del Sud e Cuba, miglior paese del Terzo mondo nella graduatoria, ma che per i servizi all'infanzia e salute in genere vanta un sistema notoriamente da "primo mondo". Fanalino di coda il Congo (176mo posto), preceduto da Somalia, Sierra Leone, Mali, Niger, Centrafrica, Gambia, Nigeria, Ciad Costa d'Avorio, Liberia e Guinea Bissau, tutti paesi africani sub-sahariani. Peggior paese delle Americhe è Haiti (164mo). Dopo gli Usa il miglior posto americano dove essere madri è l'Argentina (36mo), seguito dal Costa Rica (41mo), Messico (49mo) e Cile (51mo). La Russia è 59ma, e la Romania, nonostante sia nell'Ue sta peggio, 61ma. Il Venezuela ha fallito pure in questo campo con la sua rivoluzione bolivariana: è 66mo e l'alleata Cuba (33ma) non gli ha saputo trasmettere almeno il suo discreto sistema socio-sanitario. Il Paese chavista supera di due posizioni la Cina (68ma), il paese demograficamente più importante del mondo, che solo di recente ha abolito il divieto a fare il secondo figlio. Miglior paese africano è il Bahrein (44mo), seguito dall'Arabia Saudita, (46mo), Tunisia (56mo), Libia (57mo) e Qatar (58mo). Il Sudafrica è solo 77mo: la democrazia post-aparthaid dal partito di Nelson Mandela non ha portato grandi risultati ma sta, a sorpresa, meglio, di un solo posto, del Brasile, dove il governo di sinistra ha fatto fare progressi in campo economico la paese ma pare abbia fallito in quello socio-sanitari. Il più grande Paese dell'America latina sta peggio del Venezuela ma meglio della Colombia, solo 83ma.

Nella foto, una madre haitiana alle prese con i suoi due neonati gemelli, assistita nel campo mobile di Save the Children.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=