Thailandia, affitta utero a coppia australiana ma uno dei gemelli, down, rifutato

Pattharamon Janbua, 21 anni, è una ragazza thailandese che per necessità economiche ha deciso di affittare il suo utero per una coppia australiana per un compenso di circa 12mila dollari. La donna (nella foto, durante l'intervista alla tv australiana Abc) ha dato alla luce due gemellini eterozigoti, una femmina e un maschio. Quest'ultimo, già in gravidanza si sapeva essere affetto da sindrome di Down. La coppia australiana, che è voluta rimanere anonima, una volta scoperto che uno dei gemelli era Down, ha chiesto alla ragazza di abortire. La Janbua non ha voluto per motivi religiosi e così, gli australiani hanno deciso di prendere con sé solo la piccola sana e lasciare alla madre naturale il maschioetto, chiamato GammyOra la giovane thailandese, grazie a una campagna online "Hope for Gammy" ha ricevuto già oltre 50mila dollari in donazioni per dare la migliore assistenza al piccolo Gammy, che ora ha sei mesi. Le sue condizioni di salute richiedono cure costose in un paese, la Thailandia, dove non vige un sistema sanitario pubblico. Cure che la madre non può permettersi. Grazie però ad un medico dell'ospedale dove è nato il piccolo, e che ha seguito l'intera vicenda, è partita la sottoscrizione online.


 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=