Ribelli Farc, scontro Colombia-Venezuela: Duque e Maduro si accusano

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha accusato il governo colombiano di utilizzare l'annuncio del ritorno alle armi degli ex leader della Forze armate rivoluzionare colombiane (Farc) per "manovrare" e "innescare un conflitto militare" col Venezuela, e ha posto l'esercito in uno stato di "allerta" al confine. "Non solo il governo colombiano ha impegnato la Colombia in una guerra, ma sta anche usando accuse infondate per attaccare il Venezuela e scatenare un conflitto militare contro il nostro Paese", ha detto Maduro durante una cerimonia militare a Caracas. Il leader chavista ha anche annunciato di aver posto "in allerta arancione" le unità militari schierate lungo il confine di 2200 chilometri tra i due paesi per far fronte "alla minaccia della Colombia di aggressione contro il Venezuela". Il capo dello stato ha anche affermato che tra il 10 e il 28 settembre si terranno esercitazioni militari sulla stessa frontiera per "mettere in condizione il sistema armato e tutto lo spiegamento operativo".

Le relazioni già disastrose tra il presidente chavista e il suo omologo conservatore Ivan Duque (nella foto d'apertura è a sinistra di Maduro) sono peggiorate nuovamente dopo che gli ex leader della guerriglia delle Farc colombiane hanno annunciato la scorsa settimana di riprendere la lotta armata e rifiutare l'accordo di pace firmato a Cuba nel 2016, per il quale l'ex presidente Juan Manuel Santos (nella foto a fianco, è a sinistra a L'Avana, seguito da Raul Castro e il leader Farc Rodrigo Londono) è stato insignito pure del relativo Premio NobelAnnunciando un'offensiva contro questi combattenti, Duque ha accusato Maduro (di cui chiede pure le dimissioni) di "sostenere" e "ospitare" i dissidenti Farc. Come circa altri 50 paesi tra cui gli Stati Uniti, la Colombia riconosce il leader dell'opposizione e presidente del parlamento Juan Guaidò come presidente ad interim del Venezuela. Quest'ultimo ha affermato che intende aiutare la Colombia a individuare i gruppi armati presenti in Venezuela: "Collaboreremo con il governo colombiano nell'area dell'intelligence e per individuare i gruppi che agiscono in modo illegale", ha detto Guaidò.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=