Venezuela, Conte e Trump concordano: urgente indire elezioni presidenziali

Nel corso di un colloquio telefonico, il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte, ha informato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sull`esito della missione del suo consigliere diplomatico Pietro Benassi in Venezuela.
I due leader (nella foto d'archivio a Washington e fra loro l'interprete del premier italiano, l'abruzzese Bruna Cammarano), si legge in una nota di Palazzo Chigi, hanno concordato circa "l`urgenza di indire elezioni presidenziali nel Paese attraverso un effettivo processo democratico".

Alla comunità italiana incontrata al Centro italo-venezuelano di Caracas, Benassi ha ribadito la posizione ufficiale del governo italiano giallo-verde rivelando che sarebbe la stessa dell'Unione europea espressa nel non riconoscimento delle elezioni presidenziali del 20 maggio 2018, che hanno confermato Nicolas Maduro - fra contestazioni interne ed esterne al Paese sudamericano in preda a una crisi anche economica e umanitaria senza precedenti - e il riconoscimento dell'Assemblea nazionale presieduta da Juan Guaidò come unico organo legittimamente eletto.

Soddisfatti della missione di Benassi anche i governanti chavisti: il ministro degli Esteri Jorge Arreaza (nella foto a fianco è a sinistra con l'inviato di Conte) ha fatto sapere con una nota che "l’Italia è uno dei paesi membri dell’Unione europea che rispetta la sovranità del Venezuela e si distanzia dalla posizione interventista negli affari della nazione bolivariana assunta dal Parlamento europeo (che ha riconosciuto Guaidò come presidente ad hinterim, come gli Stati Uniti e altre 50 nazioni, ndr). In questo modo, il paese aderisce ai principi dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e sostiene la proposta della Russia sulla necessità di condurre negoziati inclusivi e con una mediazione internazionale”.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=