Venezuela, inviato di Conte a Caracas incontra Guaidò, Arreaza e comunità italiana

  • Print

L'ambasciatore Pietro Benassi, "consigliere diplomatico" inviato a Caracas (Venezuela) dal Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte, ha effettuato una visita di due giorni, 15 e 16 aprile, e "nel corso della missione ha incontrato i principali esponenti della collettività italiana in Venezuela (nella foto d'apertura pubblicata dal quotidiano "La Voce d'Italia" di Caracas al centro del tavolo dei lavori al Centro italo-venezuelano, con Miognano alla sua destra, ndr), una delle più importanti all'estero con circa 160mila connazionali" con cittadinanza italiana.

Gli oriundi sono almeno 10 volte di più anche se ora tanti italo-venezuelani sono scappati verso l'Europa e altri paesi del continente americano. Molti emigrati, anziani e malati, hanno perso la cittadinanza italiana per richiedere quella venezuelana (obbligatoria ed esclusiva ai tempi delle emigrazioni del dopoguerra) e ora che è possibile averle entrambe, hanno difficoltà a riottenerla indietro per le complicazioni burocratiche di cui l'Italia è ancora ricca.

 

Tornando alla visita diplomatica di Benassi (ex ambasciatore in Germania, nella foto a fianco è a destra di Conte), non si capisce perché Conte abbia inviato un altro diplomatico quando a Caracas abbiamo un ambasciatore, Silvio Mignano, che sta lavorando bene nella difficile situazione politica fra i due presidenti che si contendono la guida del Paese sudamericano, il chavista Nicolas Maduro e quello "ad hinterim" Juan Guaidò. Mignano ha pure ottenuto recentemente un buon risultato umanitario col governo chavista che chiude le frontiere a medicine e beni di prima necessità. Comunque, si legge nella nota di Palazzo Chigi da Roma che "nel corso della sua visita a Caracas, Benassi, unitamente al nunzio apostolico in Venezuela Aldo Giordano, ha incontrato Jorge Arreazaministro degli Esteri venezuelano, Guaidò, che è presidente dell'Assemblea nazionale, e diversi esponenti dell'Assemblea nazionale venezuelana", il parlamento monocamerale di Caracas.

Benassi ha espresso la vicinanza di Conte e del Governo italiano "ai nostri connazionali in questa delicata fase e, inoltre, ha illustrato una serie di azioni svolte dal nostro Paese e mirate a facilitare sia i servizi consolari sia forme di sostegno, in particolare per i connazionali più indigenti".

e-max.it: your social media marketing partner