Venezuela accusa Ue dopo critiche a elezioni: "Pregiudizi"

Il governo venezuelano ha accusato l'Unione europea di "pregiudizi", dopo le critiche di Bruxelles seguite alle elezioni presidenziali che hanno visto la conferma di Nicolas Maduro alla guida del Paese sudamericano afflitto da una lunga crisi politica, economica e umanitaria. La responsabile della politica estera dell'Ue, l'italiana Federica Mogherini, aveva sottolineato come le elezioni si fossero svolte "senza rispettare gli standard minimi internazionali per un processo credibile, senza rispettare il pluralismo politico, la democrazia, la trasparenza e la legalità". Bruxelles ha inoltre reso noto di stare valutando delle nuove sanzioni contro Caracas.

Nella foto, la Mogherini (a destra) riceve a Bruxelles Delcy Rodriguez, allora ministra degli Esteri venezuelana, da agosto 2017 presidente della contestata e non riconosciuta Assemblea costituente di Caracas.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=