Cellulari fuori uso nel traforo Gran Sasso: Razzi interroga ministro Lupi

Il senatore abruzzese pdl Antonio Razzi ha presentato un'interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti per denunciare la mancanza di copertura telefonica nel traforo del Gran Sasso, tunnel nell'Autostrada A24 (Roma-Teramo) tramite il quale, fra l'altro, si accede unicamente ai Laboratori nazionali di fisica nucleare. "Trattandosi di una galleria lunga dieci chilometri - ha dichiarato Razzi (nella foto, molto impegnato ai telefoni) - non poter usare il telefono cellulare, rappresenta un grave pericolo per la sicurezza.

"Ecco perché ho chiesto al ministro Maurizio Lupi di poter intervenire in questo senso, soprattutto in considerazione del fatto che gli apparecchi di Sos dislocati lungo la tratta, sono mal funzionanti quando non del tutto guasti". Nell'interrogazione, Razzi ricorda che quello del Gran Sasso è il terzo tunnel italiano per lunghezza, dopo quelli del Frejus e del Monte Bianco, il primo interamente su territorio italiano, oltre che essere il più lungo d'Europa fra quelli a due tubi separati fra loro. Il Senatore scrive anche che la copertura telefonica non c'è "in quanto non sono stati né posizionati né installati ripetitori di campi elettromagnetici-telefonici" e "le colonnine telefoniche di telesoccorso, dislocate lungo la carreggiata, spesso non funzionano e ciò impedisce di appellarsi alle forze dell'ordine o agli organi preposti all'assistenza stradale (Aci) in caso di emergenze che potrebbero verificarsi in un qualsiasi momento". Come se non bastasse "l'intera tratta è sprovvista di corsia di emergenza".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=