Escursionista morto, boom di registrazioni ad app 'Where are U'

Dopo la tragedia di Simon Gautier (nella foto-selfie qui sotto), il ragazzo francese morto dopo essere rimato ferito nel corso un'escursione in solitaria in una zona impervia del Cilento salernitano, è boom di registrazioni all'app "Where are U", l'applicazione collegata al 112, in attesa che arrivi anche in Italia la "sospirata" Advanced Mobile Locator (Aml), tecnologia Gps che individua posizione precisa del chiamante e la invia alla centrale del 112. L'Aml è attivo in 15 paesi: Austria, Belgio, Emirati arabi uniti, Estonia, Finlandia, Irlanda, Islanda, Lituania, Moldavia, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Regno Unito, Slovenia e Stati Uniti.

 

Lo rende noto in un comunicato la stessa app ufficiale del Numero europeo d'emergenza 112

In agosto, spiega la nota, a fronte di una media giornaliera che oscilla tra i 600 e gli 800 download (in agosto la media è in genere più bassa del resto dell'anno) nei giorni 18 e 19 e 20 i download sono stati rispettivamente 1511, 12080 e 18966, e il trend è in continuo aumento. Oggi, 21 agosto, alle ore 9, i download risultavano già 1617, contro la media di download al giorno del 2018 di 602 e una quella del 2019 di 1167. Il totale dei download-registrazioni ammonta finora a circa un milione (fra quelli Android e Apple).

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=