Libano, Aoun denuncia tentativo sradicare cristiani da Medio-Oriente

  • Print

"Tutti i cristiani d'Oriente stanno attraversando un periodo, forze il più difficile, perché stanno assistendo ad un tentativo che mira a sradicare il cristianesimo in questo Medio Oriente". Così il nuovo presidente libanese, il generale Michel Aoun (nella foto), che è di fede cristiana come stabilisce la carta costituzionale del Paese. Lo riferiscono media libanesi. Il neo presidente, eletto lo scorso 31 ottobre, ha fatto questa dichiarazione durante un incontro con il patriarca maronita (cattolico) Butrus Al Rai, che lo ha ricevuto stamane nella sede del Patriarcato a Bakraki a nord-est della capitale Beirut, come riporta il quotidiano di Beirut "Annahar".

"Le nostre sofferenze in Libano non sono solo fisiche", ha aggiunto il capo dello Stato spiegando che "le sofferenze morali ci accompagnano trasformando qualche volta i nostri sogni in incubi. Noi non possiamo singolarmente fare niente se non c'è il sostegno di tutti", ha concluso.

Il Libano è l'unica nazionale del Medio-Oriente in cui i cristiani sono la maggioranza rispetto ai musulmani. Altra eccezione è Israele, nazionale a prevalenza ebraica.

e-max.it: your social media marketing partner