Delegazione canadese di Hope in visita a cratere dell'Aquila. Donati 300mila dollari

  • Print

Una delegazione canadese di Hamilton è a L’Aquila oggi 21 e domani 22 maggio per osservare i progressi della ricostruzione e visitare il Centro polifunzionale di Camarda e alcuni centri del comune di Fagnano, destinatari di donazioni dopo il terremoto del 2009 dall’Hamilton organization philanthropic enterprises (Hope). La delegazione è guidata dal Joseph Mancinelli, presidente di Hope (nella foto d'apertura), ente filantropico riconosciuto dallo stato canadese che ha provveduto a destinare diverse donazioni a comuni, associazioni, scuole e all'ospedale aquilano "San Salvatore", dei centri colpiti dai terremoti del 2009 e del 2016. 

All’indomani del terremoto dell’Aquila, per iniziativa di Mancinelli e Angelo Di Ianni (nella foto qui sotto a destra), venne costituito ad Hamilton, città di mezzo milione di abitanti a 70 chilometri da Toronto, un Comitato rappresentativo di numerose associazioni per raccogliere fondi da destinare ad aiuti alle popolazioni colpite dal sisma. Alla presidenza del Comitato fu eletto Di Ianni, figura di spicco della comunità italiana in Canada (consigliere del Cram Regione Abruzzo e corrispondente consolare nella sua città canadese), mentre all’Hope, ente che per donazioni filantropiche rilascia ricevute fiscali da poter scaricare dalle tasse, andò Mancinelli, anch’egli di origine abruzzese, figlio di Henry, emigrato di Fagnano che è stata personalità significativa nel campo del sindacalismo canadese.

La delegazione canadese, completata da Riccardo e Cristina Persi, Victoria e Anthony Primerano, Jack Oliveira, Carmine Principato, Marcello Di Giovanni, Luis Camara e Jaime Cortez, è stata accolta da Donato Scipioni, presidente della onlus “Insieme per Camarda”. Nel pomeriggio il gruppo canadese ha raggiunto Fagnano per visitare la Chiesa di San Sebastiano, nella frazione di Corbellino, restaurata con una donazione Hope e diventata centro culturale per la comunità di Fagnano. Poi in Comune per un incontro di saluto con l’amministrazione civica. Domattina la delegazione farà una visita nel centro storico del capoluogo d’Abruzzo per osservare come L’Aquila sta rinascendo e lo stato di avanzamento della ricostruzione. Alle 10,30 la delegazione sarà ricevuta a Palazzo Fibbioni dall’assessore comunale al Turismo e ai Rapporti internazionali Fabrizia Aquilio.

Hope, il cui cda è costituito da Di Ianni, Ben De Rubeis e Anthony Cipolla, sotto la presidenza Mancinelli dispose, nell’ottobre 2011, una donazione di 300mila dollari per il Centro trasfusionale del San Salvatore, che fu consegnata nel corso di un incontro col direttore generale Giancarlo Silveri. Anche per i centri colpiti dai terremoti di agosto e ottobre 2016 la Hope è stata molto presente e operativa, destinando aiuti ad Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Montefortino, Force, Campotosto e Barete per un importo complessivo di 280mila dollari. (Goffredo Palmerini)

 

 

e-max.it: your social media marketing partner