La Marca agli italiani in Usa: "Legame con Italia grazie ai nostri club"

L’onorevole Francesca La Marca, deputata del Pd eletta nella circoscrizione America del Nord, ha trascorso la "Giornata della Donna" a New York, ospite della Federazione delle associazioni campane negli Stati Uniti, il cui presidente, il cavalier Nicola Trombetta, proprio l’8 marzo ha avviato il suo nuovo mandato con tanto di giuramento sullo statuto del sodalizio.

Alla Federazione, fondata nel 1989, aderiscono ben 55 associazioni operanti negli stati di New York, Connecticut, New Jersey, Illinois, California e Florida. Nel corso della giornata, organizzata in un gremito Westchester Manor di Hastings on Hudson, la giovane deputata italo-canadese (nella foto, vestita di rosso alla destra del presidente Trombetta) è intervenuta parlando ai presenti sia in italiano sia in inglese. La Marca, ringraziando per l’invito ricevuto, ha affermato che la sua presenza è stata per lei non solo un dovere rispetto agli elettori della sua ripartizione, ma anche un sincero atto di appartenenza alla grande famiglia degli italiani all’estero. “Vengo da questo mondo – ha detto - sono nata in Canada da due italiani, meridionali come voi, che anni fa hanno deciso di ricominciare la loro vita in America, cogliendo le opportunità che questi grandi Paesi offrivano”. La parlamentare ha insistito sui suoi legami con alcuni paesi del Meridione italiano, dove i suoi genitori ritornavano durante le vacanze estive, dei sentimenti familiari e di amicizia intrattenuti con quelle realtà, delle potenzialità che quei luoghi potrebbero avere se le loro risorse umane, culturali e produttive fossero adeguatamente valorizzate, sul vantaggio che potrebbe derivare dall’unire tutte le energie diffuse nel mondo. Dopo avere richiamato il senso universale dell'8 Marzo, La Marca si è soffermata sull’importante ruolo che la donna in emigrazione ha avuto, sia nel mantenere la cultura d’origine che nello stimolare l’integrazione nella società di insediamento. “Queste occasioni d'incontro ad alcuni sembrano sopravvivenze del passato – ha proseguito - ma invece servono a rinsaldare radici, a rinnovare legami, ad allargare il cerchio delle nostre conoscenze. E questo può avvenire solo perché alle nostre spalle ci sono le nostre associazioni e federazioni, che da oltre un secolo sostengono e promuovono gli italiani in ogni parte del mondo. All’inizio dell’emigrazione riunendo e dando soccorso ai primi emigranti, oggi facendo in modo che il filo delle proprie radici e della propria identità non si spezzi irreparabilmente”. La deputata di Toronto ha poi partecipato alla premiazione di alcune donne che hanno dato un particolare contributo alla vita e allo sviluppo della Federazione, come Maria Trombetta, segretaria esecutiva dell'associazione Solofrana di San Michele Arcangelo, Lucia Conti (Salerno club), Angela Marzullo (San Vito Martire Aquilonia), Teresa Corvino, presidente del club San Cono di Teggiano - sezione femminile. Premiato anche l’artista-scultore napoletano Lello Esposito, venuto appositamente dall’Italia, che ha fatto omaggio ad alcune donne di foulard dipinti a mano. A La Marca è stato espresso l’augurio di un nuovo incontro, da lei accolto con disponibilità e simpatia. La festa si è conclusa in ballo, con musica dal vivo.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=