Abruzzesi nel mondo, è morto Arcangelo Micheloni, papà del senatore Claudio

  • Print

Altro lutto ha colpito gli abruzzesi nel mondo, la politica e Il Partito democratico, nello stesso giorno della famiglia di Donato Di Matteo: l'altra sera a Giulianova (Teramo), all'età di 87 anni, è morto Arcangelo Micheloni, papà del senatore Claudio (foto), eletto per la terza volta consecutiva nella circoscrizione Europa. "Cordoglio e vicinanza" sono stati espressi dal presidente della Giunta regionale abruzzese, Luciano D'Alfonso. "A Claudio al quale mi lega un sentimento di amicizia - scrive D'Alfonso -  voglio rivolgere il cordoglio sentito mio personale e della comunità regionale anche in relazione alla sua funzione di presidente della Federazione delle colonie libere italiane". Emigrato in Svizzera negli anni 60, Arcangelo Micheloni si distinse nel sostegno fattivo ai connazionali nell’inserimento nella città di Neuchatel e a difesa dei loro diritti. Dopo alcuni anni rientrò in Abruzzo con la moglie Brigida Panocchia, scomparsa tre anni fa. Claudio Micheloni, nato a Campli (Teramo) nel 1952, ha, invece, fondato nel 1976 anche la Federazione emigrati abruzzesi in Svizzera (Feas) è stato anche membro della Confederazione generale italiani all'estero (Cgie) e l'ex Consiglio regionale per l'emigrazione e l'immigrazione (Crei) della Regione Abruzzo, oggi scorporato in Cri (immigrazione) e Cram (emigrazione).

D'Alfonso ha partecipato ieri pomeriggio a Roccamorice (Pescara), accompagnato dall'assessore alla Sanità e Bilancio, Silvio Paolucci, ai funerali di Vittorio Di Matteo, papà di Donato, assessore agli Abruzzesi nel mondo, Lavori pubblici, Urbanistica e Parchi.

Al senatore Micheloni, le condoglianze della nostra redazione, del direttore Pierluigi Spiezia e dell'editore Antonella Allegrino.

e-max.it: your social media marketing partner