Tirocini in tutta Europa per 121 studenti della Provincia di Pescara

  • Print

Francia, Gran Bretagna, Irlanda, Spagna, Germania e Malta sono i paesi di destinazione per un’esperienza lavorativa di quattro settimane che 121 studenti abruzzesi realizzeranno grazie alla Provincia di Pescara. I primi 73  studenti che si stanno preparando a partire per svolgere il loro tirocinio in aziende ed enti del settore turistico-alberghiero hanno appena concluso la loro formazione pre-partenza, linguistica, logistica e culturale.

Il 12 gennaio sono stati firmati da Guerino Testa (nella foto col ministro Cecile Kyenge), presidente della Provincia, i contratti di tirocinio alla presenza dei ragazzi e delle famiglie, visibilmente soddisfatti ed emozionati. “Gli studenti – spiegano Testa e Valter Cozzi, assessore alle Politiche comunitarie – sono  i vincitori delle borse di mobilità del Progetto Leonardo 'Qualit Tour II - Qualified abilities linked to tourism' finanziato dalla Commissione europea. Un progetto di mobilità professionale per lo svolgimento di un tirocinio all’estero. Alla selezione hanno partecipato più di 200 studenti dagli Istituti scolastici di secondo grado delle province di Pescara e Teramo, partner del Progetto: gli istituti 'Acerbo', 'De Cecco', 'Aterno-Manthoné', 'Di Poppa', 'Crocetti' e 'Moretti'. Il successo registrata dall’iniziativa – continuano i due amministratori nella loro nota - concretizza il raggiungimento del nostro principale obiettivo che è quello di permettere la realizzazione di esperienze lavorative in contesti geografici e culturali europei  attraverso la diffusione della mobilità giovanile nel nostro territorio provinciale". I 121 beneficiari delle borse di tirocinio lavorativo raggiungeranno le destinazioni europee assegnate divisi in 10 flussi, di cui sei (73 ragazzi) partiranno tra domenica 19 e domenica 25 gennaio e quattro (48 ragazzi) all’inizio di marzo 2014 e saranno assistiti in questa loro esperienza, oltre che dai loro insegnati, dalla Cooperativa “Lo Spazio delle Idee” di Roseto (Teramo), partner coordinatore del progetto. “Il tirocinio all’estero - aggiunge Fabrizio Rapposelli, assessore all’Istruzione scolastica -  porrà gli studenti di fronte a contesti culturali e sociali diversi, spingendoli a mettersi in gioco e a sviluppare adattabilità e flessibilità. Ciò contribuirà a soddisfare le esigenze di crescita professionale, culturale e linguistica dei ragazzi e delle ragazze, garantendo loro lo sviluppo di competenze tecnico-professionali che potranno essere spese in futuro nel contesto lavorativo locale".

e-max.it: your social media marketing partner