Venezuela, come pagare debito russo in rubli. Maduro riapre frontiera Colombia

Il governo di Caracas ha creato un meccanismo per regolare i pagamenti con Mosca in valuta russa, a causa delle sanzioni unilaterali statunitensi che impediscono al Venezuela di pagare in dollari americani. Lo ha annunciato il vicepresidente dell'Area economica del Paese sudamericano, Tareck El Aissami (nella foto è a sinistra col presidente russo Vladimir Putin).
"Le sanzioni unilaterali degli Stati Uniti (contro il Venezuela, ndr) ci impediscono di usare il tradizionale sistema di pagamento in dollari, ecco perché abbiamo creato un meccanismo di pagamento in modo da saldare i nostri debiti con la Russia in rubli", ha detto El Aissami a margine del Forum economico internazionale di San Pietroburgo (Russia). Il Forum è un evento annuale russo che si tiene dal 1997 nella ex Leningrado. Quest'anno il forum è in programma dal 6 all'8 giugno.

Da Caracas il presidente chavista Nicolas Maduro ha impartito istruzioni alle autorità di aprire la frontiera nazionale con la Colombia, chiusa da febbraio nel pieno dell'escalation della crisi politica in Venezuela. "Per garantire pienamente la nostra sovranità, ho ordinato di aprire i valichi di frontiera con la Colombia nello stato di Tachira a partire da sabato 8 giugno. Siamo una nazione pacifica che protegge fortemente la sua indipendenza e autodeterminazione", ha scritto Maduro su Twitter.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=