Costa dei trabocchi, giornalisti olandesi in tour con la chef Barbella

S'è concluso stamane, col rientro in patria, l'educational tour sulla costa dei trabocchi teatina di un gruppo di giornalisti olandesi, organizzato dalla chef internazionale Antonella Barbella per far scoprire alla stampa del Paese dei tulipani gli antichi mestieri e la naturale bellezza di un luogo ancora incontaminato e lontano dal turismo di massa. "L’ambiente familiare e la cordialità degli abitanti legati alle originali tradizioni vi coinvolgeranno facendovi sentire a casa - ha spiegato lunedì sera la Barbella, originaria di Lanciano (Chieti) e residente ad Amsterdam (Olanda) da 13 anni, durante la presentazione del tour alla stampa locale, ospitato dalla Tenuta Ferrante di Lanciano - fra tradizioni, storia, arte, cultura, cibo e vino di altissima qualità, nella terra del Montepulciano d'Abruzzo.

La chef e imprenditrice lancianese (nella foto d'apertura, con la collana, è con i giornalisti olandesi) promuove la gastronomia italiana all'estero con diverse attività. Insegna all'università Hotel School Den Haag di Amsterdam, ed è la "racconta-storie" con show-cooking per numerosi istituzioni e grandi marchi Italiani che promuovono la gastronomia in Olanda. Fra questi, la Camera di commercio italo-olandese, Enit, Rio Mare, Smeg e altri. La Barbella organizza eventi anche e catering con cucina italiana per le più grandi aziende internazionali. Ha pubblicato un libro di ricette con cucina tipica abruzzese e diverse ispirazioni italiane di tre generazioni di mamme e molte ricette per il giornale "Italie magazine" in Olanda, Germania e Belgio. "Da tre anni ho iniziato a organizzare anche questi educational tour sulla costa dei trabocchi del mio Abruzzo e voglio incrementare il business del turismo orientandomi anche sui mercati americani, cinesi e australiani". 

Attraverso tour come questo, aggiunge "voglio promuovere l’Abruzzo supportando la micro impresa (l’economia locale di piccoli produttori e aziende familiari) , che con grande passione racconta di antiche tradizioni, tramandate da padre a figlio attraverso l’autenticità dei prodotti locali". Infatti, alcune tappe del tour eno-gastronomico sono state una cena in casa della famiglia di Erminio Verì, pescatori da tre generazioni, a base di pesce della costa dei trabocchi (come quello sopra a destra fotografato dall'ospite Sonja Van De Rhoer, che ha immortalato anche la famiglia Ferrante qui a sinistra), usando solo ingredienti locali o visite come quelle nella Tenuta Ferrante (vini) e l'azienda agricola di Rosanna Di Matteo (raccolta di prodotti di stagione). Ma anche l'azienda Franco Pellegrini a Pretoro (Chieti) che produce le famose chitarre per fare la pasta e utensili vari da cucina in legno (nella foto qui a destra).

Oltre i trabocchi, il tour turistico ha previsto visite all’Abbazia di San Giovanni in Venere in Fossacesia (Chieti), antico edificio medievale abitato dai frati passionisti e nel parco dei pini marittimi con vista panoramica sulla costa o quella nella città di Lanciano, antico insediamento romano, comprendente passaggi sotterranei, scavi archeologici di antiche cisterne, chiese, antiche mura, fontana del borgo e porte dell'antica "Anxanum" (antico nome della città). Gli olandesi hanno potuto giocare al Golf club di Miglianico (Chieti).


e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=