Percepiva indennità disoccupazione ma gestiva salone bellezza

  • Print

Percepiva l`indennità di disoccupazione Naspi nonostante da alcuni anni gestisse un salone di bellezza nelle Valli di Lanzo piemontesi. Avviata l`attività, la donna, una trentenne del posto, ha pensato bene di non comunicare all`Inps di essere una libera professionista e in tal modo ha continuato a percepire l`assegno di disoccupazione. La Guardia di Finanza di Torino, nel corso delle indagini, ha scoperto inoltre che l`imprenditrice in questione non dichiarava alcun incasso dalla propria attività commerciale, risultando in tal modo completamente sconosciuta al Fisco.
La "contribuente" da un lato, "non contribuiva" alle entrate erariali, omettendo di pagare le tasse, dall`altro gravava sulla comunità risultando disoccupata e percependo un assegno mensile. I finanzieri di Lanzo Torinese, in collaborazione con i funzionari dell`Inps, accertata l`incongruenza, hanno così approfondito la questione scoprendo che la donna ha continuato a percepire l`assegno nonostante la titolarità di un`attività commerciale comportasse l`automatica e immediata decadenza del beneficio economico, se con incassi superiori a 4800 euro l'anno, secondo quanto stabilisce il regolamento Inps. "L'attività svolta in forma autonoma che genera un reddito corrispondente a un'imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell'articolo 13 del Testo Unico delle Imposte sui redditi (Tuir) – decreto del Presidente della Repubblica 917/1986 – e cioè pari a 4800 euro", si legge sul sito dell'ente previdenziale. Il massimale compatibile con la Naspi per gli autonomi corrisponde, infatti, a 15 euro al giorno, meno di 100 euro a settimana: impossibile per una parrucchiera non guadagnarli. Ecco perché la "disoccupata-imprenditrice" non faceva scontrini: niente tasse e tutta Naspi. 
La donna, oltre alle conseguenze di natura fiscali, è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Ivrea (Torino) per indebita percezione di erogazioni statali.

e-max.it: your social media marketing partner