Venezuela, Maduro cede licenze petrolio a impresa russa che fornirà greggio a Cuba

Il ministro venezuelano del Petrolio Manuel Quevedo, che funge anche da capo della compagnia petrolifera e del gas di Stato Pdvsa, ha firmato una direttiva che conferisce alla controllata del gigante energetico russo Rosneft una licenza per sviluppare due giacimenti venezuelani offshore.
Lo ha reso noto la compagnia russa. Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha tenuto ieri un incontro con l'amministratore delegato della russa Rosneft, Igor Sechin (nella foto d'apertura è a sinistra con Maduro al centro e Quevedo a destra), per discutere della cooperazione energetica Russia-Venezuela. Sechin è impegnato in un nuovo tour sudamericano, che lo ha visto anche a L'Avana dal presidente di Cuba Raul Castro (i due nella foto sotto a destra), col quale ha discusso la fornitura di petrolio e prodotti petroliferi e di progetti comuni, secondo il sito web di Rosneft. All'incontro con Sechin (che è ex agente segreto del Kgb come il presidente russo Vladimir Putin) hanno partecipato anche il ministro dell'Economia, Ricardo Cabrisas (primo da sinistra nella foto a fianco).

Cuba ha problemi di black-out e carenza di carburante dopo la dissoluzione dell'Unione Sovietica avvenuta nel 1991. L'ascesa in Venezuela nel 1999 di Hugo Chavez, il defunto presidente venezuelano, pose fine alla crisi all'inizio del secolo e Cuba arrivò a fare affidamento sul Venezuela per circa il 70% del suo fabbisogno di carburante. Le forniture venezuelane sono diminuite però di almeno il 40% dal 2014 - a causa della forte crisi economica di Caracas coincisa con l'avvento di Maduro. Anzi, il Venezuela non ha nemmeno più rispettato gli accordi contrattuali di fornitura del greggio a L'Avana. La crisi del Venezuela - con Pdvsa travolta da scandali e in default, che produce oggi meno petrolio di quello promesso per pagare i debiti, soprattutto con Cina e Russia - ha costretto Cuba verso nuovi mercati. Rosneft ha iniziato a maggio le forniture verso l'isola caraibica. La compagnia russa, in ottobre, ha affermato che sta valutando l'ipotesi di aumentare le forniture petrolifere verso Cuba e migliorare la capacità di raffinazione sull'isola dopo che Sechin ha incontrato a Mosca il ministro dell'Energia cubano Alfedo Lopez. 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=