Aduc propone di risolvere crisi con affitti di Colosseo, Pompei, e Uffizi

Affittare per 99 anni il Colosseo di Roma, Pompei e gli Uffizi di Firenze. Il valore? 90 miliardi di euro per il primo monumento, 20 per Pompei e 12 per gli Uffizi. Totale 122 miliardi di euro che potrebbero risolvere i nostri, momentanei, problemi monetari, diminuire le tasse e incrementare l'economia turistica.

E' questa la proposta che la l'associazione per i diritti degli utenti e consumatori Aduc. "Il turismo - spiega - ne beneficerebbe vista l'inefficiente gestione pubblica dei nostri beni culturali. Così, oltre a incassare da subito, si potrebbe aumentare il nostro Pil turistico che, oggi, rappresenta un magro 13% rispetto al 21% della Spagna. Comprendiamo le resistenze ma, di fronte a una gestione inefficace del nostro patrimonio culturale, bisogna ricorre a misure energiche. Lo proponiamo al premier Matteo RenziD'altronde, non si e' affittato il Ponte Vecchio di Firenze per la Ferrari e il Circo Massimo di Roma per la performance dei Rolling Stones?" ricorda e conclude l'Aduc.

Se, come ci auguriamo, dovesse passare la proposta dell'Aduc - visto che i nostri governanti hanno dimostrato nei decenni passati di non saper ottimizzare l'immenso patrimonio artistico, archeologico e culturale italiano - le proposte di affitto potrebbero arrivare anche dall'estero, dove il nostro patrimonio è più amato e invidiato che da noi. Quindi, nessuna vendita del patrimonio italico che pure qualcuno tempo fa propose, suscitando lo scandalo di qualcun'altro. E anche i "forestieri" sono avvisati: se dovesse arrivare qualche proposta dall'Italia, non c'è da preoccuparsi non è una "Tototruffa".

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=