Premier Babis offre a scrittore Kundera restituzione cittadinanza ceca

Il premier della Repubblica ceca Andrej Babis ha offerto allo scrittore Milan Kundera (89 anni) di restituirgli la cittadinanza, della quale l'autore di bestseller come "L'insostenibile leggerezza dell'essre" - nativo di Brno, ora naturalizzato francese - venne privato durante il regime comunista dell'ex Cecoslovacchia (oggi divisa in Cechia e Slovacchia). Babis per avanzare questa proposta ha colto l`occasione del fine settimana trascorso in Francia, per le celebrazioni del centenario della fine della Prima Guerra mondiale, durante il quale ha trovato il tempo per incontrare Kundera (nella foto d'apertura), andando a trovarlo nella sua casa parigina. I due hanno anche pranzato insieme, presenti anche le rispettive signore, Monika Babisova (nella foto a destra, col marito) e Vera Hrabankova.
"Siamo stati insieme per ben tre ore e ci siamo trovati a parlare di tante cose, fra cui appunto di come durante il suo esilio perse la cittadinanza del nostro Paese. E` così che mi è venuta in mente quanto sarebbe bello se gli venisse restituita" ha poi raccontato Babis, il quale ha precisato di non conoscere nel dettaglio a procedura amministrativa da affrontare e le condizioni, pur aggiungendo "so soltanto che lo meriterebbe. Averlo incontrato qui a Parigi, ospite a casa sua, è stata una esperienza emozionante il cui ricordo mi rimarrà per tutta la vita". 
Kundera, sempre secondo il racconto di Babis, non ha respinto l`idea, a condizione però di non dover affrontare una lunga trafila burocratica. Nato a Brno nel 1929 ed emigrato in Francia nel 1975, lo scrittore perse la cittadinanza cecoslovacca nel 1979, dopo la pubblicazione de "Il libro del riso e dell'oblio". Fu poi lo scomparso presidente francese François Mitterrand ad adoperarsi perché ottenesse quella francese.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=