Stati Uniti, San Francisco cancella il 'Columbus day' come Los Angeles

Dopo la città di Los Angeles del sindaco italo-americano Eric Garcetti, negli Stati Uniti anche San Francisco ha cancellato il "Columbus day" dal calendario delle festività cittadine, istituendo al suo posto l'"Indigenous people day", giornata dedicata alle celebrazioni delle popolazioni indigene. La festività tradizionalmente cade il secondo lunedì di ottobre.L'unico membro del board cittadino a votare contro la proposta è stato Aaron Peskin, rappresentante di un quartiere italiano della città. Christina Olivolo, membro dell'Italian women club ha commentato: "Questo è un insulto per tutti gli italiani che hanno contribuito alla crescita di San Francisco". Dicendosi disposta a fare decadere il riferimento all'esploratore genovese per simpatizzare con le popolazioni indigene vittime della colonizzazione, la Olivolo ha aggiunto: "Al posto del 'Columbus day' si poteva istituire l''Italian heritage day'", una giornata cioè dedicata all'eredità del popolo italiano in terra statunitense.

Con la decisione annunciata ieri, San Francisco s'inserisce così nella lista di almeno 55 città statunitensi, incluse Los Angeles e Minneapolis, che hanno cancellato la festa che ricordava l'arrivo di Cristoforo Colombo nel "nuovo mondo" (nella foto a destra, la statua del navigatore italiano guarda l'isola di Alcatraz, famosa per il suo carcere). A New York è stata messa in discussione persino la statua di Colombo (nella foto d'apertura), poi salvata da una Commissione istituita dal sindaco italo-americano Bill De Blasio.

"Dare la colpa a Colombo per tutto quello che non piace nella storia degli Stati Uniti - ha scritto lo scorso ottobre sul quotidiano "Usa today" Cristoforo Colombo XX, duca di Veragua e discendente dello scopritore dell'America - nonostante le ampie prove che fosse un moderato che cercò di avere relazioni amichevoli con i natici americani... è una terribile ingiustizia ... e focalizza la rabbia su un uomo, e sull'uomo sbagliato... Le caravelle non erano navi da guerra, ma imbarcazioni di esploratori. Colombo ha unito due continenti che non conoscevano l'esistenza dell'altro. Per la prima volta nella storia, il mondo ha acquisito una vera prospettiva globale". Inoltre, ha scritto Colombo XX, quelli che accusano il suo illustre avo "ignorano che schiavitù, cannibalismo, guerre e sacrifici umani esistevano già... Pochi bambini in questo Paese impareranno che i re di Spagna diedero velocemente la cittadinanza spagnola ai nativi americani e che cominciarono a limitare la loro schiavitù".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=