Luoghi d'aggregazione giovanile, 'palestre di vita' in cui sperimentare confronto


Per il modulo d'attualità della puntata "Senza fissa dimora", abbiamo intervistato due giovani: Giulia Mistichelli, coordinatrice dell'associazione culturale So.Ha e Vincenzo D'Incecco, coordinatore Politiche giovanili del Comune di Pescara.

Con i nostri ospiti abbiamo parlato della necessità di creare luoghi d'aggregazione giovanile, aperti a tutti, all'interno di uno spazio polivalente che possa offrire ai giovani, in modo del tutto gratuito, delle attività ricreative e di svago. "La dimensione naturale dei giovani è quella dell'aggregazione - ha affermato la Mistichelli - Un centro d'aggregazione è per noi una sorta di 'palestra di vita', perché all'interno di esso i ragazzi si conoscono, possono scambiarsi idee, opinioni. Il confronto aiuta a crescere". Dunque, partire dai giovani e dallo sperimentare anche il confronto e la differenza per essere più democratici. D'Incecco ha parlato dell'idea di costituire il 'forum dei giovani della città di Pescara': "Questo centro di aggregazione l'abbiamo pensato dando le chiavi in mano ai giovani che si organizzeranno nel forum, che sarà un organismo riconosciuto dal comune di Pescara". (Antonella Allegrino)

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=