Venezuela: 13 persone arrestate dopo presunto tentativo di golpe fallito

Tredici persone, tra le quali un generale, sono state arrestate in Venezuela per il loro coinvolgimento nel presunto tentato "colpo di stato" denunciato dal presidente chavista Nicolas Maduro che il suo governo afferma di aver sventato a pochi giorni dalla missione del commissario Onu per i Diritti umani Michelle Bachelet.

"Qual è stata la conseguenza degli atti criminali di questi golpisti? Il carcere", ha detto il ministro della Comunicazione Jorge Rodriguez durante un discorso televisivo. Il ministro ha citato i nomi dei 13 detenuti, incluso quello del "comandante dell'operazione", il generale Miguel Sisco Mora e il capitano di corvetta della Marina Rafael Acosta (i due nella foto d'apertura)Questo "colpo di stato" militare sarebbe dovuto avvenire domenica e lunedi scorso e avrebbe coinvolto l'opposizione venezuelana in legame con Stati Uniti, Colombia e Cile, ha affermato il governo.
Chiamato esplicitamente in causa, il leader dell'opposizione Juan Guaidò, riconosciuto come presidente ad interim da 50 Paesi, ha negato ogni coinvolgimento. Secondo Rodriguez, i "golpisti" volevano assassinare Maduro, al potere dal 2013, e sostituirlo con il generale Raul Baduel, ex ministro della Difesa di Hugo Chavez, attualmente in carcere.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=