Venezuela, ex capo servizi segreti: Maduro potrebbe ancora cadere

Il presidente chavista del Venezuela, Nicolas Maduro, potrebbe ancora cadere, nonostante il fallimento delle mobilitazioni dell'opposizione e delle sanzioni statunitensi: lo ha dichiarato l'ex responsabile dei servizi segreti venezuelani (Sebin), Cristopher Figuera (nella foto d'apertura con Maduro e in quella sotto a destra, appena scattata dal giornale Usa) in un'intervista pubblicata dal quotidiano statunitense "The Washington Post". 

Figuera - accusato da Maduro di essere una talpa della Cia (i servizi segreti statunitensi) - aveva disertato il 30 aprile scorso, dopo la fallita insurrezione guidata dal leader dell'opposizione e presidente ad interim e del parlamento, Juan Guaidò.

 

"Per il momento il regime ci ha dato scacco, ma questa situazione potrebbe cambiare rapidamente", ha affermato Figuera, ex capo della sicurezza di Hugo Chaves da lunedì rifugiatosi negli Stati Uniti dopo due mesi passati in Colombia. Figuera ha accusato il governo di Maduro e la stessa famiglia di corruzione (e chi non è corrotto fra i chavisti in Venezuela?), affermando che sul territorio venezuelano sono attive delle cellule delle milizie sciite libanesi di Hezbollah, incaricate di raccogliere finanziamenti.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=