Cuba: militari Usa nei Caraibi preparano 'aggressione' a Venezuela. Russia avverte

Le autorità di Cuba hanno annunciato oggi che unità militari statunitensi si sono dispiegate nei Caraibi per preparare "un'aggressione" e "una spedizione militare" contro il Venezuela, "camuffato da intervento umanitario". Tra il 6 e il 10 febbraio ci sono stati "movimenti di forze speciali degli Stati Uniti negli aeroporti di Porto Rico, della Repubblica Dominicana e di altre isole caraibiche, senza che i loro governi siano stati informati", ha reso noto il Ministero degli Esteri cubano.
"La preparazione di un'aggressione militare contro il Venezuela con un pretesto umanitario prosegue", è stato aggiunto sull'account Twitter ufficiale del Paese, alleato del presidente venezuelano Nicolas Maduro.

Il presidente degli Usa Donald Trump ha ribadito mercoledì di stare valutando "tutte le opzioni" riguardanti il Venezuela, osservando che Maduro sta commettendo un "terribile errore" nell'impedire l'ingresso di aiuti umanitari internazionali nel suo Paese. "Ci sono diverse soluzioni, diverse opzioni, stiamo studiando tutte le opzioni", ha detto Trump dallo Studio ovale in occasione del suo incontro con l'omologo colombiano Ivan Duque.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, in una conversazione telefonica col segretario di stato americano Mike Pompeo (i due nella foto a destra), ha messo in guardia contro qualsiasi intervento di forza in Venezuela, paese alleato della Russia. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. "Vorrei ricordarvi che l'altro ieri, per iniziativa della parte americana, c'è stata una conversazione telefonica tra Lavrov e Pompeo, durante la quale il ministro russo ha messo in guardia contro qualsiasi interferenza esterna negli affari interni del Venezuela", ha detto la Zakharova in un briefing di giovedì.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=