Venezuela; Usa: tutte le opzioni su tavolo se Maduro usa la forza contro Guaidò

Se il presidente venezuelano Nicolas Maduro userà la forza contro i manifestanti dell'opposizione gli Stati Uniti metteranno sul tavolo "tutte le opzioni". Lo ha detto un alto funzionario Usa. "Se Maduro e i suoi scelgono di rispondere con la violenza, se scelgono di fare del male a uno solo del componenti dell'Assemblea nazionale (come è successo già in passato, ndr). Per gli Usa tutte le opzioni sono sul tavolo in relazione alle iniziative da prendere" ha detto il funzionario ai giornalisti. Il presidente Usa Donald Trump ha riconosciuto "presidente ad interim" Juan Guaidò, presidente dell'Assemblea nazionale controllata dall'opposizione (pur se esautorata da Maduro), che s'è autoproclamato capo dello Stato durante una manifestazione di ieri a Caracas. Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo ha chiesto espressamente a Maduro (nel riquadro della foto di Pompeo) di lasciare e ha detto che Guaidò sarà considerato presidente ad interim fino alla tenuta di nuove elezioni. "Il popolo venezuelano ha sofferto abbastanza sotto la dittatura disastrosa di Maduro. Chiediamo a Maduro di farsi da parte in favore di un leader legittimo che rispecchia volontà del popolo venezuelano - ha affermato Pompeo in un comunicato - Gli Stati Uniti sostengono il presidente Guaidò nell'instaurazione di un governo di transizione in preparazione di elezioni libere ed eque".

Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha detto che "seguo con molta attenzione gli eventi in Venezuela, e contrariamente a Maduro, Guaidò ha la legittimità democratica. Si devono sempre rispettare le manifestazioni e la libertà di di espressione di un popolo che è stanco di morire di fame e di soffrire gli abusi di Maduro".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=