Venezuela, Maduro: Fbi Usa indagherà su attentato ma a una condizione

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha dichiarato che autorizzerà gli agenti statunitensi della Fbi a entrare in Venezuela per collaborare all'inchiesta sul tentato attentato contro di lui con i droni, ma ad alcune condizioni. Se le autorità Usa confermeranno "l'offerta dell'Fbi di indagare i collegamenti in Florida del piano di assassinio...Io darò il mio benestare all'arrivo dell'Fbi qui", ha dichiarato Maduro.

Secondo il capo di stato venezuelano esistono "cellule terroristiche" nello stato Usa della Florida, dove si trova una grande comunità di emigrati venezuelani, guidate da un uomo che si chiama Osman Delgado Tabosky (nella foto-segnaletica in apertura, a fianco a una foto del fallito attentato),  che secondo Maduro è la mente del fallito attentato. La risposta di Maduro arriva dopo che mercoledì il suo ministro degli Esteri Jorge Arreaza aveva dichiarato che l'incaricato d'affari americano a Caracas, James Story, "aveva espresso la sua preoccupazione" sul tentato omicidio del 4 agosto e aveva dichiarato "la volontà del suo governo a cooperare".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=