Dopo Cuba, anche in Cina attacco acustico contro personale Usa

Il Dipartimento di Stato americano ha emesso un'allerta sanitaria rivolta ai cittadini statunitensi in Cina, dopo che un dipendente governativo assegnato al Consolato di Guangzhou ha accusato sintomi insoliti e problemi all'udito, dopo aver subito forse un attacco sonico. L'ambasciata a Pechino ha confermato al quotidiano americano "The Washington post" che la diagnosi è stata di un lieve trauma cranico; questo farebbe aumentare le paure di un attacco simile a quello che avrebbe subito anche il personale statunitense a Cuba, smentito dalle autorità cubane. Lo scorso anno, infatti, il governo Usa riferì che a Cuba alcuni membri del personale diplomatico e i loro familiari avevano sofferto una serie di disturbi, alcuni dopo aver sentito un suono insolito. Gli investigatori hanno seguito varie piste, tra cui l'eventualità di un attacco sonico, l'uso di un'arma elettromagnetica o il malfunzionamento di un dispositivo di spionaggio. Alcuni funzionari hanno perso l'udito e altri hanno subito danni cerebrali.

Il Consolato americano di Guangzhou (nella foto) è stato inaugurato nel 2013 e nel suo sito viene descritta rappresentante di "una nuova era nella progettazione di piattaforme diplomatiche".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=