Divorzio, Morello: "Tre anni anacronistici, la Sacra Rota è più veloce"

"Seguendo da anni le controversie familiari posso affermare senza timore di smentita che i tempi lunghi previsti nel nostro ordinamento per ottenere il divorzio, che sono tra i più lunghi d'Europa, altro effetto non hanno se non quello di inasprire il conflitto tra i coniugi".

E' quanto afferma Lorenza Morello (foto), presidente nazionale di Avvocati per la Mediazione, intervenendo sull'acceso dibattito approdato oggi alla Camera dei deputati. "A ciò si aggiunga - prosegue - che se, attualmente, per la legge civile occorrono tre anni di attesa per la separazione, e altrettanti per il divorzio, per lo scioglimento del matrimonio cristiano servono in media due anni. Il Vaticano, su indicazione partita già da papa Benedetto XVI, intende sveltire i tempi arrivando di fatto quasi a dimezzarli. Le cause di nullità restano le solite, ma ciò che la Santa Sede intende velocizzare è la procedura. Il Pontificio Consiglio per i testi legislativi, una sorta di ministero della giustizia vaticana, sta già lavorando da tempo su una modifica in campo procedura. Ora le nuove procedure potrebbero entrare presto in vigore riducendo ad un anno il tempo per lo scioglimento del vincolo. Negli ultimi anni - conclude la Morello, vicina alle posizioni politiche di Matteo Renzi - il numero delle pratiche per chiedere la nullità dei matrimoni è salito alle stelle. Una valanga di cause, sarebbero migliaia, davanti ai tribunali ecclesiastici di ex innamorati che intendono rifarsi una vita nuova. Se fino a qualche anno fa Sacra Rota era sinonimo di ricchezza, ora l'accesso al Tribunale della Santa Sede è alla portata di tutti: si va dai 1500 ai tremila euro. Cause low-cost e veloci, dunque. Che il Parlamento prenda esempio per quella che, come si usa dire adesso, sarebbe una svolta buona". (Agenparl)

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=