Sos Venezuela torna in piazza: a Roma per appello al governo italiano

Un mese di scontri in Venezuela contro il governo di Nicolas Maduro hanno portato alla morte di 28 persone, più di 40 vittime di torture, centinaia di feriti e circa 1385 arrestati. Al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica italiana, domani, sabato 15 marzo, la comunità venezuelana in Italia torna in piazza (del Popolo, ore 18) a Roma per formare una scritta umana "Sos" illuminata con candele.

Non è la prima discesa in piazza promossa dall'organizzazione in difesa dei diritti umani "Sin Mordaza"eventi analoghi sono stati già realizzati in varie città del mondo e altri sono in previsione. Nel corso dell'appuntamento romano, i venezuelani raccoglieranno delle firme per fare un appello formale al Governo italiano, "per la difesa della dignità umana, dei diritti fondamentali e della serena convivenza di un popolo che in questo momento lotta pacificamente per la legittima difesa della propria democrazia, anche alla luce della Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione in Venezuela. Si tratta di un Paese a noi molto vicino poiché ospita circa 130mila cittadini italiani fra gli oltre un milione e mezzo sono gli oriundi".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=