Pescara, sposi "on the beach": primo "sì" è dell'italo-brasiliano Caputo

  • Print

Fresco vincitore del titolo di "Campione d'Italia" con la squadra di calcio a cinque di città e primo fidanzato a sposarsi in spiaggia civilmente a Pescara. Non poteva esserci esordio migliore per il nuovo servizio che l'Amministrazione comunale offre a partire da questa stagione estiva, a tutti i fidanzatini del mondo che vorranno dire il loro "sì" on-the-beach. Non siamo a Miami o ai Caraibi però la spiaggia pescarese è suggestiva lo stesso. Il giocatore italo-brasiliano Ricardo Caputo giovedì 18 giugno, alle 18,30, porterà all'altare marino della Madonnina la sua dolce metà Erica Morelli. Sarà anche il primo sì in riva al mare abruzzese, con effetti sul demanio marittimo, in base a quanto dispone la legge - fa sapere il Comune - che impone che il matrimonio debba essere celebrato in una sede istituzionale o in una sua pertinenza. Tale sede, come da delibera di giunta, è individuato il terzo ufficio del registro al Museo del Mare e, appunto, alla spiaggia della Madonnina la sede di pertinenza dove giovedì si registrerà il primo sì", tempo permettendo. Stamane gli sposi hanno partecipato a una conferenza stampa dedicata all'evento, con il sindaco di Pescara Marco Alessandrini che sarà il celebrante. Non si sa ancora se sindaco e sposi andranno con l'infradito o a scarpe chiuse. Certamente il look formale-balneare c'è l'avra l'assessore allo Stato civile Sandra Santavenere (nella foto con gli sposini). "Questo matrimonio capita in un momento particolare per la città - ha detto Alessandrini - dopo uno scudetto che vede protagonista lo sposo e in linea con il detto che è meglio fare l'amore che la guerra: sono lieto di annunciare l'avvio di un percorso a cui teniamo tanto, per la possibilità di rendere visibile la capacità ricettiva di Pescara, realizzando matrimoni sulla spiaggia. Siamo molto felici che Pescara sia la prima in Abruzzo a celebrarli e che i primi sposi siano Erica e Riccardo, perché giovedì loro coroneranno il loro sogno proprio nell'anno della vittoria storica di campionato da parte della Pescara Calcio a cinque, oggi Campione d'Italia. Per questo dedico loro un augurio da campioni per una vita bella, lunga e felice". La Santavenere ha aggiunto che quello della Madonnina è un "luogo speciale anche per un'altra ragione: in quanto accessibile a tutti, grazie a una passerella e a un a piattaforma che consentirà di raggiungere il luogo della cerimonia anche a chi ha disabilità, ma non solo, la passerella resterà a prescindere dai matrimoni, permettendo a chi si muove in carrozzina di arrivare fino alla riva del mare. E questa è una cosa davvero unica, insieme al fatto che Pescara sarà la prima e, al momento, la sola città d'Abruzzo a celebrare il rito ufficiale direttamente in spiaggia. In tutta Italia sono meno di dieci i Comuni che attuano questa possibilita'".

I matrimoni on-the-beach saranno possibili fino al 6 agosto per via dell'utilizzo dell'area per i Giochi del Mediterraneo. "Saranno messi a disposizione un tavolo, delle sedute per sposi e testimoni e delle panche per gli invitati - ha chiarito l'Assessore - Sarà data pure la possibilità di allestire il tutto a proprio piacimento, come hanno fatto i primi sposi. Il costo del pacchetto è di 600 euro per tutti con uno sconto di 100 euro per i residenti. La prenotazione è effettuabile all'Ufficio di Stato civile. In caso di maltempo i matrimoni si celebrano in  sala Giunta o all'Aurum, con il rimborso della cifra della celebrazione. Abbiamo avuto tante richieste, ce ne aspettiamo altre per il futuro, ci stiamo attivando anche per poter celebrare matrimoni in altre 'location' significative in città di cui daremo notizia appena pronti".

e-max.it: your social media marketing partner