"Sì all'uomo", Allegrino premia i Cantamessa e pompieri coraggiosi

Anche quest'anno si rinnova l'appuntamento con il “Sì all'uomo” del Premio Nazionale Domenico Allegrino. Quella di stamane, sabato 28 marzo, è la nona edizione dell'evento, ideato e realizzato dal 2007 in occasione del ricordo della morte di Domenico Allegrino (29 marzo 1999) imprenditore ed ex sindaco di Pescara, dalla onlus a lui intitolata. L'evento si tiene dalle ore 9,30 alll’Auditorium Ennio Flaiano di Pescara. Il Premio, occasione speciale per rivivere le storie di chi ha scelto di aprirsi alla vita e donarsi agli altri senza riserve, racconterà quest'anno le storie di Mariella e Mino Cantamessa, Domenico Fazzari e dei vigili del fuoco di Pescara. I coniugi Cantamessa hanno detto “Sì all'uomo” lasciando da parte il rancore e raccogliendo l'eredità di amore incondizionato per il prossimo della figlia Eleonora (nella foto), investita il 9 settembre 2013 mentre soccorreva un ragazzo picchiato per strada. Tale vicenda è tornata di stringente attualità con la sentenza di mercoledì scorso con cui la Corte d'Assise di Bergamo ha condannato per duplice omicidio Vicky Vicky, il conducente indiano dell'auto che ha investito la Cantamessa e il fratello dell'omicida, Baldev Kumar che la dottoressa stava soccorrendo. Altrettanto attuale e commovente è l'esperienza di Domenico Fazzari, che ha detto senza paura “Sì all'uomo” allo sviluppo sociale e civile della comunità di Gioia Tauro (Reggio Calabria), facendo nascere nel 2004 la cooperativa “Torre del Marro” sui terreni confiscati alla 'ndrangheta. Un'iniziativa forte e determinata portata avanti anche grazie al sostegno del coordinamento di lotta alle mafie, “Libera”. Sarà presente, inoltre, una rappresentanza del Comando provinciale dei vigili del fuoco di Pescara, che si è resa protagonista di un gesto di grande coraggio intervenendo subito dopo l'esplosione della fabbrica di fuochi d'artificio dei fratelli Di Giacomo', a Villa Cipressi di Città Sant'Angelo (Pescara), il 25 luglio 2013, una tragica circostanza in cui perse la vita il vigile Maurizio Berardinucci. Per parlare di quanto è importante per la nostra collettività l'impegno quotidiano dei vigili del fuoco e per ricordare Maurizio saranno presenti sua moglie Patrizia Colatriani, suo figlio Moreno e i vigili Rolando Flacco, Gabriele Salvatorelli, Renato De Luca e Marcello Di Cerchio.

Il riconoscimento conferito agli ospiti consiste in un'opera realizzata in esemplari unici dall'artista Nadia La Torre. La suggestiva atmosfera del Premio sarà creata dalle performance della sand artist Erica Abelardo e dalle note del trombettista Jorge Gabriel Rò e del pianista Fabio D'Onofrio. Saranno presenti anche numerosi studenti delle scuole medie e superiori di Pescara.

Nella foto a destra, la presentatrice dell'evento, Antonella Allegrino, presidente della onlus intitolata al papà Domenico, durante l'edizione 2014 del Premio, co un coro gospel.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=