"Lu Lunarije" versione 2015 per l'Expo presentato ai lavori dell'Unaga di Milano

Il calendario “Lunarije abbruzzese, mulisane, picene, fuggiane e de Roma" 2015 è stato presentato in anteprima al Consiglio nazionale dell’Unaga-Fnsi, la federazione delle associazioni di giornalisti regionali del settore agro-alimentare che si è tenuto sabato scorso al grattacielo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia. Giunto alla 27ma edizione, il Lunario 2015 è diventato “multidialettale” in occasione della sua distribuzione all’Expo (dedicato all’agricoltura e alimentazione) che l’Italia ospiterà l’anno prossimo. Il giornalista Ugo Iezzi, che cura la pubblicazione insieme al collega Mario D’Alessandro e al vignettista Passepartout (Gianfranco Tartaglia), ha spiegato agli oltre 50 colleghi che il Lunario da sempre, attraverso, satira, ricette, proverbi e curiosità, “racconta le tradizioni e i territori di cui è espressione”, a partire dal suo Abruzzo per arrivare a tutte le regioni limitrofe, legate fra loro "da una comune radice dei vari dialetti" e "dal cibo della transumanze” dei pastori con le loro pecore. Per questo Iezzi ha ribadito che la “mission impossible” dell’Aics Chieti (che edita il calendario patrocinato da tutte le Regioni e vari enti locali) sarà quella di arrivare all’Expo con vero e proprio gregge di ovini al seguito. La copertina 2015, infatti, ritrae in vignetta un montone. A Iezzi ha lasciato per la parola Donato Fioriti, presidente dell’Argalam, l’associazione interregionale (Lazio, Abruzzo e Molise) che riunisce i giornalisti del settore. "L’Abruzzo - ha detto Fioriti (nella foto di apertura è primo a sinistra col nostro direttore Pierluigi Spiezia, Angelo Dell'Appennino, Iezzi e Passepartout) - come e più di altre regioni, può 'calare' sul tavolo diverse 'carte' del settore. Per esempio, i percorsi di qualità legati all’olio, al vino, alla pasta, al famoso pecorino, al miele e tanto altro ancora. Sarà importante  imporre strategie di comunicazione utili a dimostrare la bontà e genuinità oggettivamente ineguagliabile dei nostri prodotti, mostrati nella giusta luce. Fondamentale che le aziende dello stesso ramo operino in sinergia per far fronte a ipotesi di commissioni di rilievo, che da sole non potrebbero affrontare. Una strategia a tutto campo da porre in essere tra pubblico e privato, aziende e istituzioni, in primis quella regionale".

Nel Lunario da alcune edizioni è presente pure una prefazione di Giovanni Rossi, presidente della Fnsi (il sindacato unitario dei giornalisti), che ha partecipato ai lavori Unaga. All’incontro ha partecipato pure Angelo Dell’Appennino, presidente dell’Associazione ”Raffaele Mattioli” di abruzzesi a Milano, che con l’occasione ha invitato tutti alla sesta edizione del premio “L’abbruzzes’ sott’ la Madunina 2014”, che quest’anno verrà conferito (il prossimo 9 novembre) a Luigi Savina, questore di Milano, nato a Chieti. Ai lavori del Consiglio Unaga è intervenuto anche Cesare Vaciago, direttore denerale del Padiglione Italia dell’Expo, che avrà il compito di promuovere e valorizzare il sistema Italia ma anche le identità regionali. Durante il Consiglio è stato anche proiettato il video di presentazione dell'Expo (sotto). Al termine dei lavori i giornalisti hanno fatto visita al cantiere Expo (foto a destra), che ha sede a Rho, comune dell'hinterland milanese, sede anche della Fiera di Milano.


e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=