Brasile, Corte Suprema blocca decreto Bolsonaro su terre degli indigeni

  • Print

La Corte Suprema del Brasile ha bloccato un decreto del presidente Jair Bolsonaro che trasferiva al Ministero dell'Agricoltura le competenze della fondazione per la protezione delle popolazioni indigene e delle loro terreI dieci giudici del Tribunale federale supremo hanno sostenuto la decisione rilevando che il trasferimento era stato già bocciato dai parlamentari brasiliani. Bolsonaro aveva dichiarato in passato di voler trasferire le competenze per dare nuovo spazio alle terre per l'agrobusiness. La decisione dell'alta Corte arriva una settimana dopo la morte di uno dei leader indigeni nel nordest del Paese. I membri della tribù waiapi, scrive il quotidiano francese "Le Figaro", hanno denunciato l'assassinio dell'uomo. Molte le reazioni internazionali, tra cui l'alto commissario Onu per i diritti umani, la cilena Michelle Bachelet, che ha condannato la "politica proposta dal governo brasiliano" che rischia di "condurre a incidenti violenti, intimidazioni e morti come quella di cui è stato vittima il popolo waiapi".

e-max.it: your social media marketing partner